L'artista italiano Francesco Cuomo sbarca ad Atene

Per Nietzsche "la natura dei Greci nuotava, per così dire, nei colori umani". Su quella scia Atene celebra l'arte del quotidiano con la mostra "Things - Art and the everyday life", curata da Leonie Gavrias, allestita alla galleria 'Blender' dal 5 dicembre al 4 febbraio 2015: una collettiva di artisti che amano trasformare in opere oggetti d'uso comune. Unico italiano ospite dell'evento è Francesco Cuomo che, nel rappresentare con colori forti e decisi l'universalità dei sentimenti, offre al pubblico una visione gioiosa del vivere quotidiano. Le sue pitture su tela diventano stoffe con cui riveste poltrone o sedie, oppure borse, foulard e giubbotti come quelli realizzati per la collezione Colmar.

Nato ad Eboli (Salerno), alle spalle una lunga esperienza in Toscana, vulcanico interprete delle emozioni e delle debolezze umane smascherate con fantasia ed originalità, dopo aver collaborato con Formitalia Luxury Group e Luxottica, Cuomo produce preziosi complementi d'arredo, cimentandosi poi nella produzione di vasi in cristallo a marchio Ichendorf, totem e ceramiche in cui l'esplosione di colore racchiude un profondo amore per la vita e la sua mutevole complessità.

Con un curriculum già denso di esperienze in Italia e all'estero, l'artista travalica di nuovo i confini nazionali per raccontare la sua "arte da vivere", dietro la quale c'è il racconto di una storia vera, quella di una sana follia creativa. Puntando sulla qualità e sulla manualità degli artigiani italiani Cuomo propone al pubblico oggetti unici ed originali, offrendo la possibilità di 'godere' delle sue creazioni. "L'arte va vissuta fisicamente, va toccata", ama ripetere. Alla mostra ad Atene il talento campano sarà presente con alcuni suoi lavori (tele, poltrone, ceramiche e borse).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA