>ANSA-BOX/Tv: Saviano, cocaina fiume sotterraneo

"Scrivere di cocaina, è come farne uso. Vuoi sempre più notizie"

(ANSA) - ROMA, 11 FEB - "Non esiste investimento finanziario al mondo che frutti come investire in cocaina. Nemmeno i rialzi azionari da record sono paragonabili agli "interessi" che dà la coca". ZeroZeroZero, l'attesa serie Sky Original diretta da Stefano Sollima e tratta dall'omonimo libro di Roberto Saviano edito da Feltrinelli, sta per sbarcare in prima visione su Sky Atlantic dal 14 febbraio. "Scrivere di cocaina - fa notare Saviano nelle note di presentazione della serie (otto episodi prodotti da Cattleya - parte di ITV Studios - e Bartlebyfilm per Sky, CANAL+ , Amazon Prime Video e Studiocanal TV in esclusiva per l'Italia su Sky dal 14 febbraio 2020)- è come farne uso.
    Vuoi sempre più notizie, più informazioni, tutte le storie che scovi sono importanti perché ti aiutano a completare il quadro".
    "In breve - aggiunge lo scrittore - non puoi farne a meno.
    Davanti a te vedi l'asticella dell'assuefazione che non fa che alzarsi e preghi di non andare mai in crisi di astinenza. Sono fiammate che divampano accecanti. Assordanti pugni nello stomaco. A volte mi chiedo: ma perché questo rumore lo sento solo io? La coca è come un fiume impetuoso che scorre sotto le grandi città, un fiume che nasce in Sudamerica, passa dall'Africa e si dirama ovunque. Uomini e donne passeggiano per via del Corso a Roma e per i boulevard parigini, si ritrovano a Times Square e camminano a testa bassa lungo i viali londinesi. Sotto di loro il fiume bianco, impetuoso, scorre non visto, scorre inascoltato. A questo fiume ho dato una voce e un nome".
    ZeroZeroZero racconta di sistemi criminali e familiari diversi tra loro ma ugualmente violenti e assetati di potere, e come i cartelli messicani, la 'ndrangheta e uomini d'affari americani corrotti si contendano la supremazia delle rotte della merce più distribuita al mondo: la cocaina. Internazionale il grande cast della serie, con protagonisti Andrea Riseborough e Dane DeHaan e con Gabriel Byrne, Harold Torres, Giuseppe De Domenico , Adriano Chiaramida, Francesco Colella e Tcheky Karyo. Con Stefano Sollima alla regia dei primi due episodi e poi con Janus Metz e Pablo Trapero . (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie