Il volto inedito di Kerouac pittore

La forza delle sue opere risiede nell'identità totale che seppe condensare tra vita, produzione letteraria, musica, canto, poesia, cinema

   Considerato uno dei fondatori della Beat Generation, Jack Kerouac rappresento' il movimento letterario e artistico che a partire dalla fine degli anni '40 sconvolse e scandalizzò i valori della società negli Usa e in Europa, dove le sue opere furono diffuse e tradotte quasi immediatamente. Rigettando gli ideali tecnologici del dopoguerra, i Beat e il gruppo di Kerouac, Ginsberg, Owen,
Ferlinghetti difesero una nuova etica, quasi tribale, di carattere spontaneista, che sarebbe poi sfociata nel movimento Hippie, nell'opposizione alla guerra del Vietnam e nella 'tre giorni di pace e musica rock' di Woodstock.
   Ma Kerouac fu anche un pittore  e la forza delle sue opere risiede soprattutto nell'identità totale che seppe condensare tra vita,
produzione letteraria e ogni altra espressione creativa come la musica, il canto, la poesia, il cinema.
   Le sue opere sono state esposte in Italia (nel 2017 ci fu una mostra a lui dedicata a Varese) e in musei selezionati come il Whitney Museum, il Centre Pompidou e lo Zkm di Karlsruhe dopo essere rimaste per decenni a Lowell (Massachusetts), citta' natale dello scrittore, e sono oggetto di un lascito testamentario, ceduto ad una serie di collezionisti privati facenti capo al Rivellino Ldv di Locarno.
  

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA