'Come il vento nel mare', tra cultura, politica e satira

Torna il festival a Latina e quest'anno si apre al jazz

“Il confronto non ha nemici” e la cultura porta sviluppo, anche economico. Il Festival “Come il Vento nel Mare 2019” di Latina, arriva alla sua terza edizione e apre al jazz arricchendo il programma con la rassegna “I suoni del Lago…oltre il giardino”. Dall’11 luglio al 10 agosto, dall’Hotel Miramare di Capoportiere sul Lungomare di Latina, l’evento si allarga su Minturno, Sabaudia e Cori.
I libri, a cominciare dall’incontro con Dacia Maraini; la politica con Claudio Durigon, Massimiliano Smeriglio, Antonio Tajani; la satira con Vincenzo Sparagna e Mario Natangelo; i fumetti con Simona Binni e Fabrizio Gargano, la storia con Francesco Rutelli, l’attualità con Gennaro Sangiuliano e Maria Elena Capitanio e il jazz che avrà come teatro Sabaudia e il Parco Nazionale del Circeo e i suoni dei più prestigiosi musicisti contemporanei da Marcotulli e Rea.
La rassegna si avvale quest’anno dell’esperienza del maestro Piero Cardarelli, direttore della rassegna jazz.
Si comincia giovedì 11 luglio alle 21,30 con i fumetti di Simona Binni e Fabrizio Gargano che poi cederanno il palco a Dacia Maraini in dialogo con Claudio Volpe.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA