La lingua LIS per raccontare la fine di un amore

Il videoclip del singolo di Annamaria Tortora 'Quello che già sai' con protagonisti ragazzi non udenti

"Ci sono due modi di sentire la musica: uno è con l'udito, l'altro è con il cuore. Uno sfrutta il senso, l'altro dà un senso. Al capolinea di una storia d'amore ci si ritrova molto spesso a parlarsi solo attraverso i gesti. Tutti segnali che gradualmente abbassano il volume delle emozioni, fino a non sentirle più": così la giovane cantautrice Annamaria Tortora racconta il videoclip del suo nuovo singolo 'Quello che già sai' che ha per protagonisti due ragazzi non udenti, Valeria e Mirko, che interpretano il testo in LIS, la Lingua Italiana dei Segni.

Annamaria Tortora è autrice e produttrice della canzone, della sceneggiatura e del videoclip, girato da Ilaria Massimi e Ilaria Romano. Il brano è stato arrangiato da Edgardo Caputo presso la Edrecordsed ed è distribuito dall’etichetta discografica EdelItaly.

L'ambizioso progetto, nel quale i due ragazzi non udenti si misurano con la difficoltà di andare a tempo e seguire la metrica della canzone, nasce con l'obiettivo di abbattere le barriere ed unire due mondi apparentemente molto distanti come la musica e la sordità. Per realizzare il videoclip Annamaria Tortora, che ha alle spalle esperienze anche nel campo del jazz, ha scommesso su Valeria Olivotti e il suo compagno Mirko di Marco che insieme gestiscono a Roma, nel quartiere Garbatella, 'One Sense', un ristorante speciale in cui parla la lingua delle persone non udenti.

IL VIDEOCLIP

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA