Rai Radio1, il palinsesto 2019 tra news, musica e sport

Arrivano anche Semprini e Liorni, attualità in primo piano

- Un Gr ogni ora e programmi di rete con approfondimenti e fili diretti con il contributo di commentatori, opinionisti ed esperti, senza rinunciare alla musica di qualità. Tra le novità del Gr1 l'allungamento di tre minuti dell'edizione delle 8:00 per rafforzarne il carattere di "ammiraglia" dell'informazione. Si conferma solidissimo il legame con gli ascoltatori rappresentato dallo sport, colonna portante del canale contenitore di diritti sportivi free dalla serie A alla Champions, dalla Formula 1 alla MotoGp, dal Giro di Italia, agli Internazionali di tennis.
    Radio 1 ha presentato il suo nuovo palinsesto questa mattina, alle 12, nella sede storica romana di Via Asiago. Ad illustralo nel dettaglio il direttore di Radio1 e del Gr Rai, Luca Mazzà e il direttore di Rai Radio, Roberto Sergio.
    "Per la radio, in special modo per una all news - ha fatto notare Mazzà - la mattina corrisponde alla prima serata televisiva. Si comincia presto - dalle 5.00 fino alle 7.00, prime time della radio - con il nuovo contenitore Il mattino di Radio1: notizie, rassegna stampa, anticipazione dei fatti del giorno, collegamenti e musica con la cura di Carlo Cianetti, la conduzione di Giovanni Acquarulo, Francesco D'Ayala, Gianmaurizio Foderaro e la presenza fissa di Dario Salvatori.
    Tornerà anche l'oroscopo". Alle 7 andrà in onda un Gr lungo, seguito dallo storico "Radio Anch'io". La novità sarà rappresentata dal giornale delle 8. "Una scelta controcorrente per farla diventare l'ammiraglia dell'informazione di Radio Rai", insiste Mazzà. "Vogliamo riportare nel Gr le voci dei protagonisti già dal mattino". Alle 9:30 un nuovo contenitore informativo, "Cento città", dedicato all'informazione dal territorio e realizzato con le redazioni regionali della TgR. Sono sbarcati a RadioRai Gianluca Semprini e Marco Liorni. Alle 10:30 la mattinata di Radio 1 prevede "Giorno per Giorno", attento alle tematiche sociali e di servizio, con attenzione alle categorie dei consumatori e dei risparmiatori, oltre che ai temi riguardanti la salute. Confermato "Andata e ritorno, viaggio nel paese reale", mentre dalle 15:30 "Fuori gioco" cambierà nome e diventerà "Radio 1 in viva voce". Per John Vignola e la sua musica, mezz'ora nella stessa fascia.
    Confermato ovviamente anche Un giorno da pecora". Il fine settimana, novità assoluta: "Si parla di mare, dedicheremo "Radio di bordo" alle persone che amano e vivono il mare", dice Mazzà. Sul Giornale Radio: "Abbiamo lavorato sulla differenziazione delle identità dei singoli Gr. Il Gr2 vedrà eliminati i titoli di testa e al suo posto ci sarà una sintesi del conduttore che enfatizzi il tema centrale dell'edizione. Per il Gr 3 si è decisa una caratterizzazione per temi. L'edizione delle 13:45 sarà un approfondimento delle notizie economiche, mentre quella delle 18: 45 si concentrerà sulle notizie dall'estero".
    Infine, rileva Mazzà: "Rimane la concentrazione sui grandi eventi. Non solo quelli canonici come Sanremo o il Giro d'Italia, ma tutti quelli che pensiamo debbano avere risalto, che potranno riguardare, ad esempio, la cultura, i diritti dell'infanzia, la violenza sulle donne e così via….
    Programmi come "Italia sotto inchiesta", "Zapping" e "Tra poco in edicola", rimarranno punti fermi. Così come lo sport: confermati i programmi cult, con un potenziamento di Radio1 Sport, grazie ai diritti di tutti gli sport più popolari". Per Il digitale, nuovi Gr tematici dedicati ai cinque canali specializzati: Radio Kids, Radio Classica, Radio Live, Radio Tuttaitaliana e Radio Techeté.
    Infine una novità anche per quanto riguarda gli annunci di apertura e di chiusura del canale. Roberto Sergio: "Vogliamo rendere più veloce la cosiddetta 'radio evolution', concentrandoci sulla tempestività dell'informazione e grazie alla filiera digitale. Le nuove piattaforme come Raiplay Radio - che sarà implementata e verrà arricchita delle dirette video - diventeranno sempre più importanti. Già ora stiamo provando qualcosa di simile: tramite Radio1 Sport abbiamo provato a far evolvere lo streaming con numeri di tutto rispetto". "Sulla DAB Plus, la nuova tecnologia di trasmissione digitale che risolverà alcuni problemi che abbiamo in FM. La copertura è stata già aumentata, interessando tutte le principali città del centro-nord Italia e fino a Salerno. Lavoreremo per estenderci ancora". La digitalizzazione passa anche per le attrezzature dei giornalisti. Su questo Sergio annuncia che verranno dati in dotazione ai cronisti nuovi zaini che permetteranno di spostarsi e di trasmettere con agilità in qualsiasi condizione. Entro il 2020 tutti gli studi di Radio Rai saranno studi sia radiofonici, sia televisivi completamente digitalizzati".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA