• 'Libertà' 40 anni dopo, il nuovo video di Sergio Caputo - ANTEPRIMA ESCLUSIVA

'Libertà' 40 anni dopo, il nuovo video di Sergio Caputo - ANTEPRIMA ESCLUSIVA

Il cantautore rivisita una sua vecchia canzone contenuta nell'ultimo album 'Oggetti smarriti'

Era il 1978 quando Sergio Caputo pubblicava il suo primo 45 giri 'Libertà dove sei' (titolo che poi diventò 'Libertà').
"Scritto in anni turbolenti della storia italiana (1977-1978), potrebbe sembrare un brano dal significato politico. Non è così. In realtà, Libertà non ha nulla a che fare con la politica, bensì ha a che fare con la ricerca della libertà individualmente e spiritualmente", spiega Caputo, che oggi ricanta questa canzone e ne pubblica un nuovo VIDEO, PUBBLICATO IN ANTEPRIMA SU ANSA.IT, girato con tecniche diverse con una telecamera e uno smartphone.

Secondo l'autore "non si può associare il concetto di libertà ad un ordinamento politico-sociale di qualunque tipo, perchè nel momento stesso in cui deleghi qualcun altro, sia lo Stato sia una religione, a stabilire le regole della tua libertà, da quell'istante non sei più libero. La ricerca della libertà viene da dentro di noi e regola le nostre azioni e il nostro modo di essere".

"Libertà" è uno dei brani contenuti nell'ultimo album di Sergio Caputo, 'Oggetti smarriti', un disco 'unplugged' (fatta eccezione per il singolo 'Scrivimi scrivimi').
L'album contiene brani 'smarriti', ovvero brani che a suo tempo non furono prescelti come singolo-radio, ma che il pubblico del cantautore ama e richiede nei concerti.

"Oggi, per quanto mi riguarda, il video - spiega Caputo - non ha più la funzione di stupire il pubblico con riprese dai droni e coreografie sexy, tantomeno di far sembrare il pezzo qualcosa di più di una semplice canzone. Il video per me sostituisce la defunta, o rarissima, apparizione televisiva, quella che consentiva al pubblico di associare un brano all’artista, alla sua faccia, alla sua personalità. YouTube è piena di video di miei pezzi, realizzati dai fans, che mostrano la sola copertina per tutto il tempo della canzone, e questi video registrano centinaia di migliaia di views. Ho voluto dare qualcosa in più, dare me stesso mettendoci la faccia, così che chi mi conosce già mi ritroverà come sono, e chi non mi conosce avrà occasione di farlo. In tempi di selfie, credo che questo incarni molto bene lo spirito della rete”.

 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA