'Sulle tracce dei ghiacciai', ecco il clima che verrà

Su Tg2 Dossier inchiesta dedicata ai contraccolpi climatici che stanno cambiando i connotati del pianeta Terra

Non è la prima volta nella storia del nostro pianeta che i poli si sciolgono, le acque degli oceani salgono e gli eventi climatici estremi si susseguono. Oggi però gli scienziati sono in grado di studiare quello che sta succedendo e fare previsioni. Se ne è occupato "Tg2 Dossier" in una puntata, di Giorgio Pacifici e Andrea Martino, dal titolo "Il clima che verrà".

Quanto incide l'inquinamento sul riscaldamento del clima, e quanto l'urbanizzazione incontrollata? E quali conseguenze ci saranno per la nostra terra se gli Stati non saranno capaci di correre ai ripari?

Lo spiegano i satelliti che fotografano da chilometri di distanza il restringimento dei ghiacci polari e delle nevi che sembravano eterne sulle montagne più alte del mondo. E lo dicono gli studiosi che misurano con i carotaggi gli strati ghiacciati formatisi nel corso dei millenni e oggi a rischio.

La conferma dai risultati di un progetto decennale, dal titolo 'Sulle tracce dei ghiacciai' che sta monitorando i ghiacciai più importanti della Terra attraverso il metodo della fotografia comparativa tra immagini storiche e moderne.

L'innalzamento delle temperature coi suoi contraccolpi climatici si ripercuote sulle riserve d'acqua e sull'agricoltura. I produttori corrono ai riparti e si adeguano.
Anche in Italia si coltivano frutti tropicali. Gli allevamenti di pesce soffrono il caldo e devono essere adeguati.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA