Blade Runner, nasce oggi il replicante Roy Batty

Era il 1982 quando Ridley Scott immaginava, nel suo capolavoro, un futuro lontano

Era il 1982 quando Ridley Scott immaginava, nel film Blade Runner, un futuro lontano: una Los Angeles del 2019 e 'replicanti', identici agli esseri umani, tranne che per la durata limitata della loro esistenza e per l'apparente incapacità di provare sentimenti. Uno di questi, stando al regista, sarebbe nato proprio oggi, l'8 gennaio del 2016: si tratta del replicante Roy Batty, interpretato da Rutger Hauer (LA SCHEDA DELL'ATTORE). E' proprio lui il protagonista del monologo finale del film e rimasto celebre nella storia del cinema.

Protagonista della pellicola è il poliziotto Deckard, interpretato da Harrison Ford, dell'unità Blade Runner, che viene richiamato in servizio per dare la caccia a quattro 'replicanti', Roy Batty, Leon, Zora e Pris che hanno raggiunto la Terra per tentare di infiltrarsi nelle industrie che li fabbricano.

La sceneggiatura del film è liberamente ispirata al romanzo del 1968 Do Androids Dream of Electric Sheep? di Philip K. Dick.

Guarda il trailer.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA