L'Orage canta 'L'Orage' in omaggio a George Brassens

Anche De Gregori tra i fan: "Band di culto che mescola sapientemente rock, canzone d'autore e musica popolare"

A pochi giorni dall'annuncio da parte di Francesco De Gregori della partecipazione del gruppo valdostano al mega-evento “Rimmel 2015” che celebrerà all'Arena di Verona i 40 dell'uscita dell'album capolavoro dell'artista romano, L'Orage torna con un nuovo singolo: una rivisitazione nello stile unico della band de “L’Orage”, la canzone di George Brassens dalla quale il gruppo prende il nome. 

A sei anni dalla sua fondazione, L’Orage interpreta e incide per la prima volta questo brano, e per l’occasione lo fa in compagnia di alcuni ospiti d’eccezione: Enrico “Erriquez” Greppi, leader e cantante della Bandabardò – a sua volta un brasseniano di ferro che firmerà anche la produzione artistica di tutto il nuovo album del gruppo – il poeta Guido Catalano e l'artista di burlesque Cecilia Radica.

Il videoclip - ideato e diretto da Roberta Zanzarelli di ZP Cut Vision - è folle, irriverente, inaspettato. Pur rispettando la story della canzone originale di Brassens, di pari passo con la musica, aggiunge al brano una nuova dimensione. La messa in scena vede i tre cantanti de L'Orage (Alberto Visconti, Rémy Boniface, Vincent Boniface) ed Erriquez sdraiati sul lettino del loro psicanalista, Guido Catalano. Presto si capisce però che il dottore ha più problemi dei suoi assistiti: mescola i pezzi delle storie dei singoli pazienti e ricostruisce un quadro irriverente tutto suo. Il passo verso l'allucinazione è breve.

“George Brassens amava giocare con i tabù e detestava il perbenismo. Crediamo che se potesse vedere questo videoclip sarebbe orgoglioso di noi”, spiega Alberto Visconti.

Intanto L’Orage annuncia la nuova tournée estiva “Ululare alla Luna Tour 2015”, che vedrà Alberto Visconti (voce e chitarra), Rémy Boniface (violino, organetto, ghironda e voce), Vincent Boniface (sax soprano, clarinetto, cornamuse, flauti dritti, organetto e voce), Florian Bua (batteria), Memo Crestani (chitarre e mandolino) e Marc Magliano (basso), impegnati una lunga serie di concerti. Queste le prime date in calendario: 30 maggio Imola (trio), 6 giugno Etroubles (AO) Area Sportiva, 19 giugno St. Marcel (AO) La Valdotaine, 20 giugno Ceresole Reale (TO) Orco Folk, 21 giugno Coniolo (AL) In Folk Festival, 16 luglio Cervino (CE) 150mo conquista del Cervino; 17 luglio S. Vincent (AO) 150mo conquista del Cervino, 19 luglio Barolo (CN) Collisioni, 24 luglio Castelritaldi (PG) Piazza S. Marina - Palio del Fantasma, 26 luglio Valsamoggia (BO) Loc. Pragatto - Cà Vecchia, 30 luglio Milano Expo, 7 agosto Roma Eutropia, 8 agosto San Giuliano di Puglia (CB) Festival Stelle Santi e Taranta, 9 agosto Boville Ernica.  

Tra i tanti appuntamenti live, il 22 settembre all’Arena di Verona L’Orage sarà tra gli ospiti di Francesco De Gregori in occasione di “RIMMEL2015”, insieme a grandi nomi della musica italiana.

"Ho scelto L’Orage – dichiara Francesco De Gregori – perché è una band di culto che mescola sapientemente rock, canzone d'autore e musica popolare. Sul palco dell’Arena di Verona, insieme agli altri ospiti, ci saranno anche loro a festeggiare il compleanno di Rimmel".

Punto di fusione ideale tra il mondo folk, quello della canzone d'autore e quello del rock, L’Orage nasce nel 2009 dalla collaborazione di sei giovani ed eclettici musicisti dall’energia e dal ritmo irresistibili: Rémy Boniface (violino, organetto, ghironda, mandolino, voce), Vincent Boniface (organetto, clarinetto, cornamusa, flauto, sax, tastiere, voce), Florian Bua (batteria), Memo Crestani (chitarre, mandolino), Marc Magliano (basso) e Alberto Visconti (voce, chitarra).

Vincitori indiscussi di Musicultura 2012 in cui hanno sbancato aggiudicandosi il primo premio assoluto. Il cammino de L'Orage è stato caratterizzato da una serie di successi che hanno imposto la band all'attenzione del pubblico e dei media nazionali, portando il sestetto a esibirsi sui palchi dei più importanti festival e kermesse musicali come il Primo Maggio 2014 (in diretta su Rai 1), Arezzo Wave, Collisioni, Folkest, Negro Festival, Carroponte, Aosta Classica, solo per citarne alcuni. Dopo i primi tre album, “Come una festa” (2009), “La Bella Estate” (2012) e "L'Età dell'Oro" (2013), la band è al lavoro al nuovo disco prodotto da Enrico “Erriquez” Greppi, leader e cantante della Bandabardò.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA