La 52/a edizione nel nome di Alice

150 anni opera Carroll. In 2014 +5.7% fatturato e +2.7% vendite

(ANSA) - BOLOGNA - Appassionati, editori, professionisti e giovani lettori tornano a Bologna per la manifestazione fieristica internazionale dei libri per ragazzi.
    Il Bologna Children's Book Fair sarà accompagnato da una bambina particolare, Alice. La 52/a edizione della fiera cade infatti a 150 anni dalla pubblicazione di uno dei romanzi più noti in assoluto, 'Alice nel Paese delle meraviglie' di Lewis Carroll.
    In programma dal 30 marzo al 2 aprile, la fiera non sarà rivolta solo ai circa 1200 editori attesi e ai professionisti, ma anche ai più piccoli, che nel weekend potranno immergersi nella libreria internazionale.
    Sono tanti i visitatori attesi, soprattutto dopo un 2014 in cui l'editoria per ragazzi è cresciuta ancora: secondo i dati Nielsen, l'anno si è chiuso infatti con un segno positivo nei canali trade (librerie, librerie online), sia per fatturato con un +5,7, sia per copie vendute, +2,7%. Una performance ancor più significativa se la si inquadra nell'andamento più generale del settore del libro che ha registrato nel 2014 ancora un segno meno (-3,8% a valore, -6,5% a copie).
    "Siamo orgogliosi di poter contribuire anche grazie a questa fiera al profilo internazionale della città e della regione - ha detto Duccio Campagnoli, presidente di BolognaFiere -. Abbiamo deciso anche quest'anno di aprire al pubblico la libreria per ragazzi al centro della manifestazione durante tutto il weekend, con un'attenzione particolare ad Alice di Lewis Carroll, perché forse vorremmo tutti tornare in un paese delle meraviglie. Ci sarà inoltre una sezione speciale dedicata al grande tema dell'Expo 'Nutrire il Pianeta'".
    Con oltre 30.000 visitatori da 95 paesi, più di 1.200 espositori presenti nella scorsa edizione, la manifestazione attrae non solo gli editori e gli operatori specializzati, ma coinvolge anche la città di Bologna attraverso la Settimana del libro e della cultura per Ragazzi, con incontri e presentazioni.
    Per l'assessore alla Cultura del Comune, Alberto Ronchi, esiste "un modello per le fiere culturali, come per Artefiera e per la Fiera del libro per ragazzi, che è fondamentale e vincente per la città. Questa manifestazione è una delle eccellenze storiche di Bologna".
    Il Paese ospite d'onore di questa edizione del Bologna Children's Book Fair è la Croazia, che sarà rappresentata nel giorno di apertura dal ministro alla Cultura, Andrea Zlatar Violic. Con lei anche il ministro dei Beni e delle Attività Culturali, Dario Franceschini. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA