Annalisa, il mio album un libro a capitoli

Al festival con Una finestra tra le stelle, "il brano perfetto"

La consapevolezza è un'altra cosa, ma rispetto a due anni fa qualcosa ho imparato. Ad esempio, impostare l'ora giusta della sveglia". Scherza Annalisa, pronta - dopo l'esperienza del 2013 - a tornare al Festival di Sanremo, in corsa tra i big con il brano Una finestra tra le stelle, scritta dal prolifico Kekko Silvestre dei Modà, che firma anche i brani di Anna Tatangelo e Bianca Atzei ("ma non c'è rivalità, siamo un po' sorelle di musica"). "E' la canzone perfetta per il festival", spiega la 29enne savonese, che nel 2011 uscì dalla scuola di Amici di Maria De Filippi con un secondo posto e un Premio della Critica in tasca, che le aprirono la strada per il successo. L'incontro con il frontman dei Modà - racconta - è avvenuto circa un anno e mezzo fa.

"Avevo scritto alcune canzoni e volevo fargliele ascoltare per avere un giudizio e qualche consiglio. E Kekko non solo mi ha indirizzato, ma anche voluto scrivere per me due pezzi, uno dei quali quello sanremese, diventare produttore artistico dell'album Splende e curare l'allestimento del tour, che presenteremo con due anteprima il 1 aprile a Milano e il 3 aprile a Roma, prima dei live estivi". Il disco, il quarto (Warner Music), esce il 12 febbraio e segna la crescita e la maturità di Nali, come viene chiamata dai suoi fan, che torna anche alla scrittura, suo primo amore. "Un progetto a tutto tondo, un album sincero, una sorta di libro a capitoli dove dentro puoi trovare tante cose diverse - spiega ancora la raffinata interprete, ora anche autrice di quasi tutti i testi -. Sia a livello di sonorità che a livello di messaggi.

    Insomma: un lavoro figo!". Come bonus track nell'album è stata inserita anche "Ti sento", il brano dei Matia Bazar del 1985 che Annalisa ha scelto di interpretare al Festival, nella serata di giovedì dedicata alla tradizione della canzone italiana. "Ho scelto Ti Sento perché, oltre a essere stata scritta nell'anno della mia nascita, volevo cantare una canzone iper-popolare e poi perché i Matia Bazar, nonostante la loro popolarità, non hanno mai rinunciato al loro grande spessore. Il mio comunque sarà un arrangiamento nuovo, rivisto". Sul palco dell'Ariston, Annalisa incrocerà anche molti "Amici": da Moreno ai Dear Jak, passando per la 'valletta' Emma e la coppia prof-opinionista Grazia Di Michele-Platinette. "C'è una bella atmosfera: è bello sapere che ci sono altri che hanno fatto un percorso simile al tuo e possono provare le stesse cose che provi tu. Con Grazia abbiamo anche scherzato sul fatto di ritrovarsi qui come colleghe e non più come allieva-insegnate".

    A vincere, dice, non ci pensa: "Mi interessa di più portare positività e gioia. Tutto quello che arriverà oltre questo sarà un regalo". Il cast le piace e ancora di più le piace Carlo Conti, nella cui macedonia musicale vorrebbe incarnare la fragola: "è il presentatore che preferisco in assoluto, mi è simpatico ed è uno dei pochi che è moderno, ma allo stesso tempo rispetta la tradizione. Rappresenta positività e onestà". Tra i progetti portati a termine, anche il debutto al cinema come attrice in "Babbo Natale non viene dal Nord", il film di Maurizio Casagrande in uscita a fine anno. "Non l'ho voluto, sono stata cercata ed è stato divertente: e poi non ho dovuto fare un grande sforzo. Mi è stato chiesto di interpretare una ragazza che vuole cantare. Facile, no?".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA