La sfida di Trump: "Ci riprenderemo la Camera"

Cori dei fan del presidente contro Nancy Pelosi: "Arrestatela", come nel 20016 contro Hillary

"Tra nove mesi non solo resteremo alla Casa Bianca, ma manterremo la maggioranza al Senato e ci riprenderemo la Camera": questo il messaggio che Donald Trump ha inviato ai candidati democratici alla Casa Bianca nel primo comizio elettorale dopo l'assoluzione dall'impeachment.

Un bagno di folla a Manchester, in New Hampshire, dove oggi si vota per le primarie dem. "Loro sono il partito delle tasse, della corruzione, dei confini aperti e del socialismo", ha detto Trump. "Noi invece siamo il partito dei lavoratori, della famiglia e del sogno americano".

E  i fan di Donald Trump urlano "Lock her up! Lock her up!" ovvero 'arrestatela", come nella trionfale campagna elettorale del 2016. Ma stavolta nel mirino non c'è Hillary Clinton, bensì la speaker della Camera Nancy Pelosi, la terza carica dello stato. "C'era qualcuno alle mie spalle che mugugnava terribilmente", ha detto Trump ricordando il suo discorso sullo stato dell'Unione in Congresso, al termine del quale Pelosi ha strappato una copia del testo presidenziale. "Abbiamo ora i numeri dei sondaggi più alti di sempre, grazie tante Nancy", ha ironizzato il tycoon.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie