Morti in corsia, Cazzaniga condannato all'ergastolo

Lo ha deciso la corte d'assise del tribunale di Busto Arsizio

Leonardo Cazzaniga, ex viceprimario del Pronto Soccorso di Saronno (Varese), è stato condannato all'ergastolo per 12 omicidi. Lo ha deciso la Corte d'Assise del Tribunale di Busto Arsizio al termine di sette ore di Camera di Consiglio.

Leonardo Cazzaniga è stato ritenuto colpevole di omicidio volontario nei confronti di 12 persone, dieci pazienti in corsia e madre e suocero di Laura Taroni, l'infermiera sua ex amante. La Corte d'Assise di Busto Arsizio (Varese) lo ha assolto dall'accusa di omicidio della suocera, Maria Rita Clerici, e di due pazienti del Pronto Soccorso di Saronno. Per un terzo decesso era stata la stessa accusa a chiederne l'assoluzione durante la requisitoria finale.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie