Iraq: Sadr chiede chiusura tutte basi Usa nel Paese

Manifestanti urlano slogan contro 'colonialismo' e Israele

(ANSA) - BEIRUT, 24 GEN - Il leader sciita iracheno Moqtada Sadr ha rinnovato oggi la richiesta al governo di chiudere tutte le basi militari statunitensi e tutte le sedi delle compagnie di contractor militari in Iraq. Lo riferisce la tv irachena al Iraqiya.
    Assieme a leader di milizie irachene filo-iraniane, Sadr ha chiamato a raccolta stamani "milioni" di iracheni per protestare, nel venerdì di preghiera islamica collettiva, contro la presenza militare Usa nel paese, scosso il 3 gennaio scorso dall'uccisione del generale iraniano Qasem Soleimani in un raid aereo americano.
    Le affermazioni di Sadr giungono mentre a Baghdad è in corso un corteo di protesta proprio contro gli Stati Uniti. "Abbasso il colonialismo, abbasso Israele", sono gli slogan ripetuti dai seguaci di Sadr e da quelli delle milizie filo-iraniane. (ANSA)

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie