Imbrattata a Roma la lapide della partigiana Tina Costa

Inaugurata 20 giorni fa, ha già subito un altro atto vandalico

Una svastica ha danneggiato la targa che ricorda la partigiana e sindacalista Tina Costa a Roma, nel quartiere di Cinecittà, che inaugurata 20 giorni fa ha già subito un altro atto vandalico. Il gesto "vergognoso e oltraggioso contro una protagonista della nostra Repubblica", è stato fermamente condannato dalle istituzioni locali e dal mondo della politica. "Tina, nessuno può dimenticare la sua incredibile tenacia e non saranno quattro idioti ad infangarne la memoria". Così su Fb Nicola Zingaretti, segretario del Pd e presidente della regione Lazio, mentre la sindaca Virginia Raggi ha definito una "vergogna" l'atto vandalico che sarà prontamente ripulita: "E' la seconda volta che la targa per la partigiana Costa viene imbrattata con svastiche. L'avevo già fatta ripulire dopo l'episodio di qualche giorno fa. Domani faremo altrettanto e abbiamo già denunciato il fatto al comandante della polizia locale chiedendo di tenere più sotto controllo la zona" , ha detto la presidente del municipio VII di Roma Monica Lozzi.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA