Evade il fisco, yacht sequestrato

Iva evasa e poi utilizzata per effettuare indebite compensazioni

(ANSA) - BERGAMO, 22 NOV - C'è anche uno yacht tra i beni sequestrati, per un valore complessivo pari a circa un milione di euro, dalla Guardia di finanza di Bergamo, in un'indagine fiscale nei confronti di un'impresa attiva nel settore dell'edilizia. L'indagine ha permesso di svelare una consistente evasione dell'Iva, poi utilizzata per effettuare indebite compensazioni di imposte e contributi dovuti all'Erario.
    La GdF di Sarnico - che nel corso dell'indagine ha quantificato un'indebita detrazione di Iva per circa un milione di euro - ha portato a una serie di controlli in una società di Gorlago, che da anni opera nella costruzione di edifici residenziali e non residenziali. L'azienda indagata, fortemente indebitata dal 2016, con vari artifizi contabili e la compiacenza di una società piemontese, poi fallita, avrebbe simulato l'acquisto di beni immobili in provincia di Arezzo, risultati in evidente stato di abbandono, per un importo di circa 6 milioni di euro, con il solo fine di crearsi contabilmente un ingente credito Iva.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA