Trump: 'Valuterò su una mia testimonianza sull'impeachment'

Twitt del presidente degli Stati Uniti: 'Mi piace l'idea di Nancy Pelosi'

Donald Trump apre all'ipotesi di testimoniare nell'indagine di impeachment, mentre il suo castello difensivo continua a crollare sotto il colpo delle testimonianze e sfoga la sua ira anche con il segretario di stato Mike Pompeo, uno dei suoi più stretti alleati, colpevole ai suoi occhi di non aver fatto abbastanza per bloccare le deposizioni dei diplomatici. "La nostra pazza speaker della Camera, la nervosa Nancy Pelosi, che è pietrificata dalla sua sinistra radicale...ha suggerito domenica che io testimoni nella caccia alle streghe del falso impeachment. Ha detto che potrei farlo anche per iscritto", ha twittato il presidente. "Benché non abbia fatto nulla di male e non mi piaccia dare credibilità a questa bufala di processo ingiusto, mi piace l'idea e la esaminerò fortemente", ha aggiunto.

Difficile valutare le vere intenzioni del tycoon. Un suo interrogatorio sarebbe un vero show ma comporterebbe molti rischi. Innanzitutto darebbe legittimità ad una indagine che ha sempre definito illegale, vietando ai dirigenti della sua amministrazione di cooperare. In secondo luogo Trump, abituato ad uscire dal copione, potrebbe cadere involontariamente in ammissioni o contraddizioni che aggraverebbero la sua posizione. Per questo i suoi avvocati gli avevano sconsigliato di farsi interrogare dal procuratore speciale Robert Mueller nell' indagine sul Russiagate, indirizzandolo invece su risposte scritte. Potrebbe essere un'opzione anche in questo caso, ma non esente da pericoli.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA