Spagna, accordo per un governo Socialisti-Podemos

I leader Sanchez e Iglesias hanno firmato l'intesa al Congresso. Le nomine dopo il voto di fiducia

La Sinistra Repubblicana di Catalogna (Erc) sarebbe disposta ad astenersi per agevolare l'investitura di Pedro Sánchez a patto che il leader socialista sia disposto ad un "compromesso per dar vita ad un tavolo negoziale e un dialogo tra pari" al fine di trovare una soluzione politica alla questione dell'indipendenza catalana: lo ha detto a Catalunya Ràdio il vice presidente della Generalitat, Pere Aragonès, secondo quanto riporta La Vanguardia. Il numero due dell'esecutivo catalano ha usato toni duri contro Sánchez, accusandolo di avere "abbracciato la narrativa dei Ciudadanos" nella questione catalana. "Ciò che manca è parlare, interloquire", ha detto Aragonès, "perche' saremo a favore di un'uscita politica e democratica". La palla, commenta da parte sua La Vanguardia, è adesso nel campo di Sánchez, perche' la Erc non è disposta ad offrire la sua astensione gratis, come aveva fatto lo scorso luglio: "Ora siamo per il 'no' - ha chiarito il politico -, quando si muoveranno vedremo".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA