Jicky, spia britannica sul Conero

Fu uno degli 'angeli di Churchill'. La sua storia in un libro

(ANSA) - SIROLO (ANCONA), 9 NOV - Dalla vita avventurosa come agente segreto al servizio di Sua Maestà durante la Seconda Guerra Mondiale a quella tranquilla come antiquaria nella Riviera del Conero, dove ha vissuto indisturbata per quasi 50 anni e dove è sepolta nel cimitero di Sirolo. E' la storia di Hazel Juvenal-Smith, nome in codice Jicky, nata 106 anni fa, il 7 novembre 1913, da una famiglia aristocratica inglese.
    Intelligente e colta (parlava 4 lingue ed era esperta in perizia calligrafica) entrò a fare parte dei cosiddetti 'angeli di Churchill', agenti donne nell'Europa occupata dai nazisti. Jicky operava a Parigi in contatto con la Resistenza francese.
    Arrestata e torturata nonostante fosse incinta, riuscì a scamparla. Dopo la guerra e la fine del matrimonio con un imprenditore francese, conosce un giovane italiano e lo segue a Sirolo, dove comincia una nuova vita senza rivelare nulla del suo passato. Muore a 97 anni nel 2011. La sua storia è raccontata nel libro "L'angelo di Churchill" di Nicoletta Maggi.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA