Papa: c'è chi adora dogmi Chiesa non Dio

'Interroghiamoci se viviamo fede con ostilità verso altri'

(ANSA) - CITTA' DEL VATICANO, 9 OTT - Non bisogna trasformare la fede in ideologia: lo ha detto il Papa nell'udienza generale.
    "Appartengo alla Chiesa universale, buoni, cattivi, tutti, o a una ideologia selettiva? - ha chiesto il pontefice -. Adoro Dio o adoro le formulazione dogmatiche? Come è la mia fede religiosa?". Premettendo che "colpire un membro della Chiesa è colpire Cristo stesso", Papa Francesco ha avvertito: "Anche coloro che sono ideologi perché vogliono la purezza della Chiesa colpiscono Cristo".
    La fede dovrebbe portare i cristiani ad un atteggiamento di apertura verso gli altri e non di "ostilità". Lo ha rilevato ancora Papa Francesco parlando della figura di Saulo (poi San Paolo) negli Atti degli Apostoli. "La condizione rabbiosa" e "conflittuale di Saulo invita ciascuno a interrogarsi: come vivo la mia vita di fede? Vado incontro agli altri oppure sono contro gli altri?". Papa Francesco ha chiesto ancora: "La fede in Dio che professo mi rende amichevole oppure ostile verso chi è diverso da me?".
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA