Papa: tanti cristiani hanno paura sfide

'Parlano dei cambiamenti come eresia, giudicano tutto'

(ANSA) - CITTA' DEL VATICANO, 8 OTT - Monito del Papa contro quei cristiani che hanno paura delle sfide, che non vogliono cambiare niente, giudicano tutto: "preferiscono l'ideologia alla fede", ha detto nell'omelia della messa a Santa Marta. Ci sono i cristiani "a patto che", cristiani con condizioni.
    "Io sono cristiano ma a patto che le cose si facciano così", "No, no, questi cambiamenti non sono cristiani", "Questo è eresia", "Questo non va": coloro che si esprimono così per Papa Francesco sono "cristiani che condizionano Dio, che condizionano la fede e l'azione di Dio". Francesco ha sottolineato che è questo "a patto che" che fa rinchiudere tanti cristiani "nelle proprie idee e finiscono nell'ideologia: è il brutto cammino dalla fede all'ideologia".
    "E oggi ce ne sono tanti, così", ha proseguito, e questi cristiani hanno paura: "di crescere, delle sfide della vita, delle sfide del Signore, delle sfide della Storia" attaccati alle "loro convinzioni, nelle loro prime convinzioni, nelle proprie ideologie".
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA