Morti in torrente, ricordate vittime

Chiesa gremita.Vicario Eparchia: "la vita é come una Via Crucis"

(ANSA) - CIVITA (COSENZA), 20 AGO - Sono state tante le persone che hanno gremito la chiesa di Civita durante la messa in occasione del primo anniversario della tragedia delle Gole del Raganello in cui, a causa di un'ondata di piena, morirono 10 persone, 9 escursionisti ed una guida.
    Presenti i parenti delle vittime, costituitisi in un comitato che chiede giustizia "per una tragedia - ha detto la presidente, Teresa Santopaolo - che avrebbe potuto essere evitata", insieme ad autorità civili, politiche e religiose, tra cui il presidente della Regione Calabria, Mario Oliverio, e il Vescovo di Cassano allo Jonio, mons. Francesco Savino.
    Il rito é stato celebrato da papas Pietro Lanza, vicario dell'Eparchia di Lungro, che si é rivolto, in particolare, ai parenti delle vittime dicendosi vicino al loro dolore ed esortandoli alla preghiera. "Tutti siamo chiamati alla Santità - ha detto Papas Lanza - ma per ricevere questo dono occorre grande pazienza nel sopportare le difficoltà del cammino. La vita è come una Via Crucis".
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA