Maltratta per 10 anni moglie e figli

'Stavamo attenti a come respiravamo per non contrariarlo'

(ANSA) - REGGIO EMILIA, 20 AGO - Alcolizzato e violento, per circa 10 anni ha reso la vita impossibile alla moglie e ai suoi due figli, tanto che le vittime erano costrette a chiudersi a chiave in camera per dormire o a trovare ospitalità dai vicini.
    "Stavamo attenti a come respiravamo per non contrariarlo", hanno raccontato ai carabinieri di Novellara (Reggio Emilia). Poi ieri al culmine dell'ennesima violenza i militari hanno arrestato l'uomo, un agricoltore 45enne, per maltrattamenti in famiglia.
    Negli anni sono stati diversi gli interventi per sedare banali liti, come venivano presentate, poiché nessuno aveva mai trovato il coraggio di dire la verità. Sono stati i figli a presentarsi in caserma, spiegando che da giorni vivevano fuori casa per paura del padre e chiedendo a un maresciallo di accompagnarli a prendere alcuni effetti personali. Nonostante un lucchetto alla porta, i ragazzi sono riusciti ad entrare mentre il carabiniere si è nascosto. Alla vista dei figli, ha cercato di aggredirli ma è stato arrestato.
   

    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

    Video ANSA