Annullato carcere per sorella boss

Decisione del Tribunale Riesame di Napoli

(ANSA) - NAPOLI, 12 LUG - La tredicesima sezione del Tribunale del Riesame di Napoli ha annullato la misura cautelare in carcere emessa dal gip di Napoli nei confronti di Maria Licciardi, sorella del boss Vincenzo Licciardi nell'ambito della maxi operazione congiunta dei carabinieri del Ros, della Polizia di Stato e Guardia di Finanza contro la cosiddetta Alleanza di Secondigliano.
    A Maria Licciardi, ritenuta dagli inquirenti della Direzione Distrettuale Antimafia a capo dell'omonimo clan facente parte dell'Alleanza di Secondigliano, veniva contestato il reato di associazione di stampo mafioso. Lo scorso 26 giugno è sfuggita al maxi blitz che ha portato in carcere oltre cento indagati.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA