Uccise carabiniere, convalidato arresto

Contestato l'omicidio volontario, automobilista resta in cella

(ANSA) - BERGAMO, 19 GIU - Resta in carcere Matteo Colombi Manzi, il cuoco di 34 anni arrestato domenica notte per aver travolto e ucciso a un posto di controllo a Terno d'Isola l'appuntato dei carabinieri Emanuele Anzini, di 41 anni. Oggi il gip Federica Gaudino ha convalidato l'arresto, disponendo la custodia in carcere.
    Colombi Manzi, difeso dall'avvocato Federico Riva, nell'interrogatorio ha raccontato di non aver visto il carabiniere, di essersi accorto solo successivamente di quanto accaduto e di essere rimasto pietrificato una volta tornato indietro. Ha anche ammesso di aver bevuto, prima a un ricevimento durante il lavoro e poi anche dopo aver finito il turno. L'uomo aveva infatti un tasso alcolico pari a 2,97 grammi per litro, cinque volte il limite. Per questo la Procura di Bergamo gli ha contestato l'omicidio volontario con dolo eventuale: dopo l'investimento, si era dato alla fuga, salvo poi tornare al posto di controllo dieci minuti più tardi.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA