Mette il detersivo nell'acqua del marito

Lei allontanata dalla casa familiare, lui curato e dimesso

(ANSA) - RAVENNA, 24 MAG - Avvelenato dalla moglie con il detersivo per il bucato. E' così che un uomo di 62 anni, da tempo in crisi coniugale, è finito all'ospedale di Bobbio (Piacenza) con i sintomi di un avvelenamento. E' stato curato in tempo e si è salvato, ma i carabinieri della Compagnia di Bobbio, intervenuti su richiesta dei medici, hanno avviato le indagini e denunciato la moglie, una donna di 59 anni, per il reato di lesioni personali aggravate con mezzo venefico ai danni del coniuge convivente. La donna, messa alle strette, avrebbe ammesso di non accettare la decisione presa dal coniuge di separarsi e di aver volontariamente inquinato l'acqua minerale contenuta in una bottiglia. Nei confronti della donna è stato emesso anche un provvedimento d'urgenza di allontanamento dalla casa familiare.
    L'uomo, dopo le cure del caso, è stato dimesso dall'ospedale.
   

    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

    Video ANSA