Festa del lavoro, l'origine del 1 maggio

La scelta della data, deriva dai sanguinosi eventi avvenuti a Chicago nel 1886

Oggi, 1 maggio, si celebra in tutto il mondo la Festa del lavoro. La scelta della data non è casuale e ha origine dai sanguinosi eventi avvenuti a Chicago nel 1886. Il primo maggio i lavoratori della città statunitense scesero in piazza per protestare contro il mancato rispetto della legge che prevedeva il tetto delle 8 ore lavorative.
La polizia intervenne sparando per disperdere la folla, ma provocò la morte di due manifestanti. Gli anarchici organizzarono allora una nuova protesta in Haymarket Square. Le forze dell'ordine intervennero anche qui brutalmente, e anche a causa di un attentato dinamitardo, ci furono nuove vittime tra i manifestanti e i poliziotti.
Seguì l’arresto e il successivo processo degli organizzatori della manifestazione del primo maggio. Alcuni di loro furono condannati a morte.
La Seconda internazionale socialista a Parigi nel 1889 stabilì che la data del primo maggio fosse riconosciuta ufficialmente in tutto il mondo come il giorno della Festa del lavoro.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA