Chiricozzi e la locandina fascista in difesa delle donne

Francesco Chiricozzi, consigliere comunale di Vallerano (Viterbo) eletto con Casapound, arrestato per stupro di gruppo, sui social ha postato nel tempo vari commenti, locandine e foto razziste o fasciste. In particolare colpisce una locandina su Instagram: un nero nell'atto di violentare una donna bianca e sopra la scritta: "Difendila!".

E poi Chiricozzi commenta: "La prossima Pamela, la prossima Desirèe potrebbe essere tua figlia, tua moglie o tua sorella. SVEGLIA".

"Trova l'intruso..." scriveva Chiricozzi su Facebook, dove ha un profilo chiuso per coloro che non sono tra gli amici, postando un selfie che ritrae l'interno di un pullman alludendo a una donna straniera che siede dietro di lui. In un altro post: "Chi è a favore dello IUS SOLI odia la propria razza, odia la propria cultura, odia la propria identità. Essere a favore di questa legge suicida equivale a pisciare sulla tomba di tutti quegli eroi che con il proprio sangue hanno tracciato e difeso i confini della nostra nazione. Orneremo i nostri lampioni con i vostri corpi penzolanti, traditori". E ancora, "Belli, compatti e Fascisti. Blocco studentesco per mille anni".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA