• Violenza: 'C'è Angela?', così le donne possono salvarsi dalle molestie

Violenza: 'C'è Angela?', così le donne possono salvarsi dalle molestie

Nei locali della movida del Lazio presto una iniziativa sul modello dell'Inghilterra

Potrebbe sbarcare tra non molto anche in Italia, partendo dai locali del centro di Roma, l'iniziativa di prevenzione contro molestie e violenze sulle donne ispirata alla campagna inglese 'Ask for Angela' che in Italia suonerebbe come 'C'è Angela?'. Si tratta di una 'parola d'ordine' che le donne che non si sentono sicure possono usare con i gestori di locali pubblici che così provvedono ad aiutarle. In Inghilterra chi si sente vittima di molestie o di approcci indesiderati può, nei locali che aderiscono alla campagna, andare al bancone e chiedere di Angela e ricevere automaticamente un aiuto discreto ma efficace. Una consigliera regionale del Lazio, la dem Marta Leonori, proprio pensando ad 'Ask for Angela' ha inserito in un emendamento dedicato alla movida una proposta di legge sul commercio.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA