Uccise figlio:legale,padre a domiciliari

Decisione Tribunale Venezia.In appello anziano condannato 6 anni

(ANSA) - FIUME VENETO (PORDENONE), 6 DIC - Franco Dri, il 77enne ex commerciante di Fiume Veneto (Pordenone) detenuto nel carcere di Treviso per aver ucciso il figlio, tossicodipendente, potrà espiare la propria pena in detenzione domiciliare. A pronunciarsi in maniera favorevole è stato oggi il Tribunale di Sorveglianza di Venezia: nei giorni scorsi anche la Procura aveva dato parere positivo alla scarcerazione. Lo ha riferito all'ANSA Arnaldo De Vito, legale dell'anziano. Dri era stato condannato in appello a 6 anni, 2 mesi e 20 giorni di reclusione per l'omicidio del figlio Federico. In appello erano state riconosciute attenuanti generiche e anche quella della reazione per accumulo a uno stato di ingiustizia sofferta, sociale e morale, che già aveva portato in primo grado a una condanna non superiore a 8 anni. L'ex commerciante aveva sparato al figlio il 26 gennaio 2015 dopo una lite. Poi aveva atteso i carabinieri spiegando loro l'accaduto e consegnandosi alla giustizia. Da ottobre 2017 stava scontando in carcere la pena residua.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA