Niger,missionario italiano rapito è vivo

Padre Macalli resta però nelle mani dei sequestratori

(ANSA) - ROMA, 4 DIC - Il vescovo della diocesi di Niamey, monsignor Djalwana Laurent Lompo, afferma che padre Pier Luigi Maccali, il missionario italiano rapito in Niger lo scorso 17 settembre, "è vivo e sta bene": è quanto riferisce a Fides padre Désiré Salako, Superiore del Distretto della Società per le Missioni Africane di Benin-Niger, territorio di cui fa parte la missione di padre Pier Luigi Maccali, il missionario sequestrato e tuttora nelle mani dei rapitori.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA