Imam espulso, indagine polizia Perugia

Operava presso luogo culto islamico periferia capoluogo umbro

(ANSA) - PERUGIA, 12 OTT - E' legata a un'indagine della polizia sul ruolo di imam svolto presso un luogo di culto islamico attivo a Ponte Felcino, alla periferia di Perugia, l'espulsione di Ahmed Elbadry Elbasiouny Aboualy, egiziano di 35 anni, annunciata l'11 ottobre dal ministro dell'Interno Matteo Salvini. Lo si è appreso dalla Questura del capoluogo umbro.
    Il provvedimento è stato deciso per motivi di prevenzione del terrorismo ed è scaturito a seguito da un'attività condotta dalla Digos di Perugia nei confronti dello straniero.
    Il trentaseienne è stato rintracciato in provincia di Brescia dove era ospitato per svolgere temporaneamente funzioni di imam presso un centro islamico attivo in quella zona. A individuarlo sono state le Digos di Perugia, Brescia e Milano. L'egiziano è stato quindi rimpatriato con un volo per il Cairo.
    Si tratta dello stesso uomo che nel 2009 aggredì l'ex deputata Daniela Santanchè durante una manifestazione contro il velo integrale per le donne musulmane.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA