Grattacielo Piemonte, chieste 6 condanne

La più alta per l'ex presidente della Regione Ezio Enrietti

(ANSA) - TORINO, 9 OTT - La procura di Torino ha chiesto sei condanne nel processo sulla costruzione del nuovo grattacielo della Regione Piemonte. La pena più alta - 3 anni e 4 mesi di reclusione - è stata chiesta per Ezio Enrietti, imprenditore e presidente della Regione all'inizio degli anni '80.
    Oltre a Enrietti, la vicenda vede coinvolti ex funzionari regionali, i responsabili del consorzio di imprese che si aggiudicò la commessa e quelli di alcune ditte che hanno operato in regime di subappalto. Le accuse, a vario titolo, sono falso, abuso d'ufficio e corruzione.
    Al centro dell'inchiesta, coordinata dal pm Francesco Pelosi, c'è la variante migliorativa da oltre 50 milioni di euro che, secondo l'accusa, sarebbe stata approvata senza alcuna reale necessità.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA