Ennesimo furto di sabbia in Sardegna

Turista bloccato a Olbia dalla Guardia costiera

(ANSA) - OLBIA, 9 AGO - Neanche la multa di mille euro rimediata qualche giorno fa da un turista inglese di 40 anni, originario di Napoli, è riuscita a fermare la barbara moda dei "predoni di sabbia". A meno di 48 ore dalla clamorosa contravvenzione elevata dai carabinieri della compagnia di Siniscola per il furto di rena finissima messo a segno in una spiaggia della Gallura, la Sardegna si riscopre sotto l'attacco indiscriminato di tantissimi visitatori cui probabilmente non è chiaro il danno ambientale prodotto da questa "usanza" ormai fuori controllo.
    Se la situazione non fosse drammatica, la scoperta fatta dalla Guardia costiera di Olbia tra i bagagli di un villeggiante italiano farebbe sorridere. Dimostrando di ignorare totalmente leggi e divieti, l'uomo aveva fatto man bassa di sabbia, pietre e conchiglie da diverse spiagge dell'Isola. Chissà quanto in buona fede e quanto speranzoso di eludere i controlli e varcare il Tirreno col preziosissimo souvenir, aveva etichettato le buste con dentro le conchiglie e i sassi

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA