Ambulanza impegnata e tac ferma, muore. Arrivati i Nas

47enne portato in Puglia. Ministro: chiarire organizzazione Molise

Sono arrivati poco dopo le 11 gli ispettori inviati dal ministro della Salute, Giulia Grillo, all'ospedale San Timoteo di Termoli per valutare l'accaduto sul caso dell'uomo di 47 anni di Larino (Campobasso) colto da aneurisma e trasferito nel presidio ospedaliero di San Giovanni Rotondo (Foggia) dove è stata dichiarata la morte cerebrale. Al momento del malore, l'ambulanza era impegnata in un altro intervento e la Tac del San Timoteo era in manutenzione programmata. L'uomo è arrivato due ore più tardi al nosocomio pugliese dove è tuttora monitorato. Al momento dell'arrivo nel presidio di Termoli, si è appreso oggi, era in stato di coma.

"L'episodio - dice il ministero della Salute - servirà a fare luce sul percorso di cura in ambito neurologico in Molise". "Va sottolineato che i 12 posti-letto di neurochirurgia dell' ospedale Cardarelli di Campobasso non sono stati riconfermati nella programmazione regionale da un provvedimento firmato dal commissario ad Acta nel 2017, in quanto l'attività è stata assegnata unicamente all'Irccs privato-convenzionato Neuromed di Pozzilli (Isernia)", rileva il ministero.

"Il non funzionamento della Tac non c'entra nulla con il decesso. Giunta la chiamata al 118, il paziente è stato trasportato al pronto soccorso dove è stato stabilizzato. Poco dopo è stato trasferito al centro neurochirurgico più vicino perché dall'evidenza presentava un' emorragia cerebrale e l'unica soluzione era provare il trattamento chirurgico". Così il direttore generale dell'Azienda sanitaria regionale del Molise (Asrem), Gennaro Sosto, spiega al Quotidiano del Molise alcuni dettagli della vicenda.

Sosto spiega anche perché il paziente non è stato trasportato all'Istituto neurologico 'Neuromed' di Pozzilli (Isernia). "Il trasferimento in urgenza - osserva - viene sempre effettuato in un centro che abbia le urgenze. Su Pozzilli lavoriamo con il programmato, non c'è un centro per le emergenze. In Molise non c'è un centro di emergenza neurochirurgica perché in base agli atti di programmazione non abbiamo il bacino d'utenza per un centro emergenziale".

   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA