Migranti: Conte, in lettera alla Ue chiederò cambio Sophia

'Volenterosi' siano tutti e 28 i Paesi Ue''. Macron? Difenderemo ovunque nostre posizioni

"Sto mettendo a punto una lettera diretta Juncker, a Tusk e alle istituzioni europee per incalzare l'Europa sull'attuazione di quei principi innovativi sull'immigrazione emersi dal Consiglio europeo". Lo ha detto il premier Giuseppe Conte in conferenza stampa alla Nato, aggiungendo di aver parlato di migranti anche in un faccia a faccia con Angela Merkel. Per Conte dai principi ora bisogna passare ai fatti.

"Nella lettera" sui migranti che invierò a partner e istituzioni europee "chiederò che la missione internazionale" Sophia sia "conformata alle conclusioni del vertice europeo di fine giugno", e quindi un cambio di mandato. Così il premier Giuseppe Conte alla conferenza stampa al termine del vertice della Nato a Bruxelles.

 

 

Con il presidente francese Emmanuel Macron "non c'è alcuna acrimonia, alcuna particolare conflittualità, ma una chiara posizione da parte dell'Italia. Il rapporto è ottimo, però per quanto riguarda le questioni specifiche sull'immigrazione la nostra posizione è risoluta e la difenderemo in tutte le sedi". Lo ha detto il premier Giuseppe Conte, in conferenza stampa al termine del vertice Nato a Bruxelles, spiegando che durante il summit "non c'è stata occasione di fare bilaterali con Macron"

 "L'ho detto dal'inizio: mi auguro che i 'volenterosi' siano 28, tutti i paesi dell'Ue. Se poi si aggiunge il 29esimo, come gli Usa", è utile perché "il nostro approccio, in quanto complesso, richiede il coinvolgimento di tutti gli stakeholder" sulla questione migratoria. Lo ha detto il premier Giuseppe Conte rispondendo ad una domanda a Bruxelles. "Anche Trump, anche gli Usa possono svolgere ruoli, come nella stabilizzazione della Libia, o nello scenario mediorientale: non concentriamoci solo sulle rotte mediterranee. E' un problema globale".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA