Intercettazioni: Bonafede, provvedimento verrà bloccato

Avvio confronto procure e avvocati. Non sprecheremo investimenti

Il provvedimento di riforma delle intercettazioni "verrà senz'altro bloccato". Così il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede, ha risposto all'Associazione nazionale magistrati sulla misura che entrerebbe in vigore il 12 luglio. Il ministro ha annunciato di aver avviato "una valutazione delle risorse che sono state investite per la strumentazione che la legge rendeva necessaria", che verrà riutilizzata perché "non ci piace buttare soldi". Per definire le linee della riscrittura della riforma, che rappresenta un "impegno prioritario", il ministro avvierà un confronto già la prossima settimana con procure e avvocati.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA