Elezioni:Grossi,astensione inaccettabile

Presidente Consulta, Corte sappia tutelare nuovi interessi

(ANSA) - ROMA, 22 FEB - "Non è accettabile sul piano etico e sociale, l'astensione al voto. Il voto è l'arma del popolo sovrano, partecipare al voto è un dovere del cittadino. Si voti come si vuole, ma si voti". Questo l'appello lanciato, a pochi giorni dalle elezioni, dal presidente della Corte Costituzionale Paolo Grossi nella conferenza stampa seguita alla relazione sull'attività della Consulta nel 2017. Molti i temi toccati nella relazione. "La Corte - ha detto tra le altro cose Grossi - è tenuta a garantire soprattutto i metodi e gli strumenti attraverso i quali si affermano nuovi valori o interessi o bisogni che i legislatori non hanno potuto o saputo tutelare adeguatamente". E nell'incontro con i giornalisti Grossi ha risposto a domande su alcuni dei temi che la Corte affronterà prossimamente, dalle legge Merlin ("il punto cruciale è la libertà della donna") al caso dj Fabo-Cappato ("va condannato l'accanimento contro la vita ma anche quello contro la morte").
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA