Migranti, sequestrati immobili a parroco

Indagine procura Asti. Legale parroco, fondi usati regolarmente

(ANSA) - ASTI, 22 GEN - La procura di Asti indaga su una presunta truffa sui fondi per l'accoglienza migranti. Al centro dell'inchiesta, sulla quale gli inquirenti mantengono il massimo riserbo, ci sarebbe il parroco di Piea, 600 abitanti in provincia di Asti. Polizia e guardia di finanza hanno eseguito il decreto di sequestro di tre immobili riconducibili al sacerdote che, attraverso il suo legale, nega ogni addebito.
    "Il parroco nega di essersi appropriato di denaro pubblico e o di avere riciclato risorse finanziarie", afferma in una nota l'avvocato Aldo Mirate, difensore del prete. "Chiederemo una immediata ricostruzione contabile dei flussi finanziari erogati dallo Stato e del loro effettivo utilizzo per il funzionamento del centro di accoglienza".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA