Naufraga gommone, 8 cadaveri recuperati

85 in salvo. Tragedia al largo della Libia. Ong, almeno 25 morti

Un gommone carico di migranti è naufragato al largo della Libia: i soccorritori hanno salvato 85 persone e recuperato 8 cadaveri. Il naufragio è avvenuto questa mattina attorno alle 11 ad una quarantina di miglia dalle coste libiche, in acque internazionali. L'allarme è scattato nella tarda mattinata, quando un mezzo aereo inserito nel dispositivo della missione europea Sophia impegnato nel controllo del Mediterraneo centrale ha individuato un gommone in difficoltà.

Immediati sono scattati i soccorsi: nel punto indicato è arrivata nave Diciotti, della Guardia Costiera, assieme ad alcune unità della Marina Militare italiana. I soccorritori hanno trovato il gommone semisommerso: sono riusciti a salvare 85 persone e hanno recuperato i cadaveri di 8 migranti. Secondo la Ong Sea Watch, che però non si trova sul posto, i morti sarebbero almeno 25. "I naufraghi - afferma un'altra Ong, la catalana Proactiva Open Arms - hanno passato ore in acqua prima di essere soccorsi".

Dal primo gennaio ad oggi sono sbarcate in Italia oltre 400 persone: 333 sono i migranti soccorsi dall' 1 al 4 gennaio, secondo i dati del Viminale, e 85 sono quelli salvati oggi nel naufragio al largo della Libia. Nello stesso periodo dell'anno scorso furono 729 i migranti soccorsi. Complessivamente, nel 2017 sono arrivati in Italia 119.369 migranti, il 34,24% in meno rispetto al 2016 quando furono soccorse e assistite 181.436 persone.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA