Chiesto giudizio per don Euro e vescovo

A Massa Carrara, diverse le ipotesi di reato contestate

(ANSA) - ROMA, 5 GEN - Per l'inchiesta sulle presunte spese 'allegre' di don Luca Morini, parroco di Massa Carrara ribattezzato anche 'don Euro', la procura del capoluogo toscano ha chiesto il rinvio a giudizio del sacerdote e anche del vescovo di Massa Carrara e Pontremoli, monsignor Giovanni Santucci. Diverse le ipotesi di reato contestate agli indagati.
    Per Morini, parroco prima ad Avenza poi di Fossone e Caniparola, il processo è stato chiesto per truffa e estorsione nei confronti dei fedeli; al vescovo sono contestate la frode e l'estorsione in relazione a presunte pressioni che avrebbe fatto su un'assicurazione per concedere a don 'Euro' un punteggio di invalidità superiore al dovuto e per un passaggio di denaro dal conto della Curia a quello del parroco.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA