Migranti: no 'irriducibili' a mediazione

Registrati alcuni malori, due ricoveri in ospedale

(ANSA) - VENEZIA, 23 NOV - Gli 'irriducibili' tra i migranti della base di Conetta, nel veneziano, che stanno dando vita a una 'marcia' di protesta, non hanno accettato la mediazione del Prefetto di Venezia Carlo Boffi che li aveva invitati a ritornare sui propri passi accelerando un alleggerimento della struttura. Gli 'irriducibili', diventati 69 dopo che a un primo gruppo si sono aggiunti quanti erano stati sistemati a Jesolo, hanno lasciato così il centro civico di Malcontenta (Venezia) e grazie alla Caritas passeranno la notte nella sede della Cooperativa Cssa di Spinea, sempre nel veneziano, dove saranno trasportati con un pullman e due pulmini. Tra i migranti, in protesta da giorni, si sono registrati alcuni malori, in due casi si è proceduto al ricovero in ospedale per uno a Mestre e per l'altro a Dolo. Attesa per domani un'ulteriore incontro per trovare una soluzione. Alla base di Conetta da 1.500 migranti ospitati si è scesi, negli ultimi mesi, prima a 1.100 ed ora a poco più di 800.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA