Puglia, sigilli a beni 'mammasantissima'

E' soprannome di un 63enne ritenuto coinvolto in traffici droga

(ANSA) - BARI, 21 NOV - Ammonta a un milione e mezzo di euro il valore dei beni sequestrati all'alba dai carabinieri a Riccardo Sgaramella, di 63 anni, di Andria (Bat), chiamato 'mammasantissima' per il ruolo di primo piano svolto all'interno di diverse consorterie dedite al traffico della droga. L'uomo è indagato per associazione finalizzata al traffico di stupefacenti e contrabbando di sigarette, nonché imputato per estorsione aggravata dal metodo mafioso e traffico di sostanze stupefacenti. Attualmente è in carcere a Trani. Il provvedimento, emesso ai sensi della normativa antimafia, è stato proposto dalla Direzione distrettuale antimafia di Bari.
    Tra i beni sequestrati nell'ambito dell'operazione figurano un agriturismo con annesso ippodromo in località Coda di Volpe ad Andria, un'azienda attiva nella produzione e nel commercio di ortofrutta, numerosi fondi agricoli, destinati anche alla pastorizia estesi per oltre 5 ettari, e anche un giardino zoologico esotico.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA