La Basilicata sospende l'attività del centro oli Eni

La decisione a fronte delle 'inadempienze' della compagnia

 "A fronte di inadempienze e ritardi da parte di Eni rispetto alle prescrizioni regionali", la Giunta regionale della Basilicata ha "deliberato la sospensione di tutte le attività del Centro Olio Val d'Agri (Cova) dell'Eni" di Viggiano (Potenza) dove ogni giorno vengono lavorate decine di migliaia di barili di petrolio. La decisione "è stata successivamente comunicata dal presidente della Regione, Marcello Pittella (Pd) ai Ministri dell'Ambiente e dello Sviluppo Economico, Gianluca Galletti e Carlo Calenda".

Eni, 'massima diligenza per messa in sicurezza'  - L'Eni - secondo quanto reso noto da un portavoce della società - "prende atto del comunicato diffuso dalla Regione Basilicata relativo alla delibera di sospensione delle attività del Centro Olio Val d'Agri ed è in attesa di poter esaminare i contenuti della delibera della Giunta regionale". Inoltre la compagnia "sottolinea che le operazioni per la messa in sicurezza e le attività di caratterizzazione sono condotte con la massima diligenza e impiego di risorse, offrendo continua e fattiva collaborazione a tutti gli organi competenti".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA