Sci: ad Aspen fanno festa Hirscher e Shiffrin

Austriaco e americana portano a casa trofeo, niente podi azzurri

 Niente nuovi podi per l'Italia nella prima giornata delle finali di Coppa del mondo di sci ad Aspen, dedicata alle discipline tecniche. Il record resta fermo alla gia' storica quota 40. L'austriaco Marcel Hirscher ha vinto in 1.49.79 lo slalom gigante mentre la slovacca Petra Vlhova si e' aggiudicata lo speciale donne. Per l'Italia il miglior risultato l'ha portato l'altoatesino Florian Eisath, 5/o nel gigante in 1.51.39 dopo una prodigiosa rimonta di ben 18 posizioni nella seconda manche, chiusa con il miglior tempo. Nello speciale donne le azzurre hanno invece confermato la loro cronica debolezza con la sola Irene Curtoni in classica, ma solo 13/a, mentre e' finita fuori Chiara Costazza. Per Hirscher - 28 anni, quattro titoli mondiali e sei coppe del mondo vinte in serie - e' stato il 45/o successo in carriera.

Secondo in questo ultimo gigante e' arrivato il tedesco Felix Neureuther in 1.50.32 e terzo, su una neve primaverile traditrice, il francese Mathieu Faivre in 1.50.98. Per l'Italia ci sono stati Luca De Aliprandini buon 11/o in 1.51.94 al suo rientro dopo un infortunio, Manfred Moelgg 12/o in 1.52.03 e Dominik Paris 16/o in 1.52.14. Nella gara donne la statunitense Mikaela Shiffrin arrivando seconda in 1.32.24 davanti alla svedese Frida Hansdotter in 1.32.25, si e' dovuta inchinare alla Vhlova. Ma aveva comunque molto da festeggiare: la Coppa di slalom vinta ormai da tempo e anche quella Assoluta, con la conferma matematica di essere ormai irraggiungibile.

La sua unica possibile rivale, la slovena Ilka Stuhec, non ha infatti gareggiato in questo slalom lasciando strada libera alla americana. Per la Shiffrin, a 22 anni appena compiuti, ci sono gia' all'attivo 31 vittorie di coppa, tre titoli mondiali in serie e un oro olimpico: se va avanti così' e' destinata a risultati davvero strepitosi. Domani si chiudono le Finali con lo slalom uomini (ore 17 e 19,30) ed il gigante donne (ore 16 e 18,30). L'Italia cerca un nuovo record superando quello gia' storico di 40 podi stagionali. Le opportunita' sono buone soprattutto in gigante con quattro azzurre da podio: Sofia Goggia, Federica Brignone, Marta Bassino e Manuela Moelgg. In pista ci sarà anche la fresca campionessa mondiale juniores Laura Pirovano. La gara sarà decisiva per assegnare la coppa di disciplina, con la francese Tessa Worley in vantaggio di 80 punti sulla solita Shiffrin. Nello slalom speciale gli azzurri su cui puntare sono Manfred Moelgg e Stefano Gross ma anche Giuliano Razzoli e Patrick Thaler

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA