Accusato di violenza ad agenti, assolto

Nel frattempo i poliziotti sono stati condannati

(ANSA) - CESENA, 17 FEB - La Corte di Cassazione ha messo la parola fine alla vicenda di Filippo Narducci, il 37enne barista cesenate accusato di violenza, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale dagli agenti della Polizia di Stato Marco Pieri, Giancarlo Tizi e Cristian Foschi che lo fermarono per un controllo la notte tra l'8 e il 9 aprile 2010 nell'area di servizio del Bar Notturno di Cesena. Narducci, infatti, è stato assolto definitivamente dopo esserlo stato anche in primo e secondo grado.
    Durante il controllo (ripreso dalle telecamere dell'impianto di videosorveglianza) ci fu un movimentato alterco e Narducci fu steso a terra, ammanettato e condotto in commissariato dove fu trattenuto per alcune ore senza che venisse avvertito il magistrato di turno alla Procura. A difenderlo in tutti questi anni sono stati gli avvocati Fabio Anselmo di Ferrara e Umberto Calzolari di Cesena.
    Nel frattempo i tre poliziotti sono stati condannati a quattro mesi di reclusione ciascuno (pena sospesa) per le lesioni causate a Narducci.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA