• Rigopiano: l'email dell'hotel alle autorità, "Clienti terrorizzati, intervenite"

Rigopiano: l'email dell'hotel alle autorità, "Clienti terrorizzati, intervenite"

Direttore: "Ci sono le scosse, le strade sono bloccate"

La Provincia di Pescara alle 7,00 del 18 gennaio sapeva che Rigopiano era isolata, che un semplice spazzaneve non sarebbe potuto arrivare, e che per raggiungere la struttura sarebbe servita una turbina. L'informazione era arrivata da chi era sulle strade a pulire dalle 3 della notte. Queste informazioni sono nel fascicolo d'inchiesta condotta dalla Procura di Pescara per disastro e omicidio plurimo colposo. E mentre nel resto dell'Abruzzo tra neve e militari in arrivo, allagamenti, muri di neve, migliaia di persone senza luce, treni bloccati, viabilità sconvolta, l'emergenza arriva al culmine, ecco le quattro scosse di terremoto tra aquilano e reatino che traumatizzano il già fragile equilibrio. Centinaia le richieste di aiuto arrivate alla Prefettura e alla Provincia, ma ce ne è una che forse viene sottovalutata o almeno valutata come meno urgente delle altre. Tanto che il protocollo della Provincia la farà vedere al presidente Antonio Di Marco il giorno dopo. E' quella che arriva dall'hotel Rigopiano dopo le 14,00, il resort a 1200 metri sopra Farindola.

Questo il testo completo del messaggio spedito via e-mail da Di Tommaso. 

"Vi comunichiamo che a causa degli ultimi eventi la situazione è diventata preoccupante. In contrada Rigopiano ci sono circa 2 metri di neve e nella nostra struttura al momento 12 camere occupate (oltre al personale). Il gasolio per alimentare il gruppo elettrogeno dovrebbe bastare fino a domani, data in cui ci auguriamo che il fornitore possa effettuare la consegna. I telefoni invece sono fuori servizio. I clienti sono terrorizzati dalle scosse sismiche e hanno deciso di restare all'aperto. Abbiamo cercato di fare il possibile per tranquillizzarli ma, non potendo ripartire a causa delle strade bloccate, sono disposti a trascorrere la notte in macchina. Con le pale e il nostro mezzo siamo riusciti a pulire il viale d'accesso, dal cancello fino alla Ss42. Consapevoli delle difficoltà generali, chiediamo di predisporre un intervento al riguardo. Certi della vostra comprensione, restiamo in attesa di un cenno di riscontro".


   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA