Sindaco Caldarola, 'siamo abbandonati'

100 sfollati, scuola e Municipio inagibili ma non viene nessuno

(ANSA) - CALDAROLA (MACERATA), 28 OTT - ''Ho cento sfollati ricoverati in un capannone privato, il Municipio inagibile, la scuola e tutte le chiese chiuse, ma qui non s'è visto nessuno: due tecnici della Protezione civile che sono andati via subito, e a levare le macerie ci devo pensare io...''. E' arrabbiato il sindaco-farmacista di Caldarola Luca Giuseppetti, primo cittadino di un borgo di 1.800 abitanti famoso per il Castello Pallotta, un edificio del 500 (''abbiamo dovuto chiudere pure quello'') già toccato dal sisma del 24 agosto e lesionato dal terremoto del 26 ottobre, ''che ha avuto un epicentro a 10 km da qui''. ''Per le istituzioni - sbotta il sindaco - sembra che Caldarola non esista: chiamo i vigili del fuoco di Macerata ma il centralino è sempre occupato. Se poi rispondono non hanno una gru da mandare. Per gli sfollati ci siamo dovuti organizzare con brande e lettini, ma la situazione delle case peggiora di giorno in giorno con le nuove scosse''.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA