Terremoto: i numeri utili, come aiutare

Dalle donazioni ai Comuni colpiti fino all'Amatriciana solidale

I sindaci dei centri colpiti invitano a non inviare alimenti o beni non necessari.

Il Comune di Amatrice ha diffuso gli estremi del conto corrente per aiuti diretti: Banca di Credito Cooperativo di Roma IT 13 W 08327 73470 000000005050

Anche il Comune di Accumoli comunica che al momento non è possibile ricevere ulteriori donazioni di beni materiali. Chiunque volesse contribuire al sostegno della popolazione può farlo tramite bonifico bancario o versamento su conto corrente postale.

Riferimento per l’Italia:

Conto di segreteria – coordinate bancarie.

Iban: IT83 E030 6914 6011 0000 0046 108

Causale “CONTRIBUTO SISMA AGOSTO 2016”

Conto corrente postale n. 14979025

Intestato a: “Comune di Accumoli – Servizio Tesoreria”

Causale “CONTRIBUTO SISMA AGOSTO 2016”

Riferimento per l’estero:

codice swift: BCITITMM

Ecco invece il codice iban su cui effettuare le donazioni a favore del Comune di Arquata del Tronto.

COMUNE DI ARQUATA DEL TRONTO
Intesa San Paolo - Filiale di Arquata del Tronto
causale:"Solidarietà Terremoto"
CODICE IBAN: IT33W0306969370100000000246

Approfindimento: Italia solidale: si dona sangue, si aprono le case

ALTRE DONAZIONI E SMS SOLIDALE - Poste Italiane e Croce Rossa Italiana hanno istituito un conto corrente per le donazioni intestato "Poste Italiane con Croce Rossa Italiana - Sisma del 24 agosto 2016"; il codice IBAN del conto corrente è IT38R0760103000000000900050. Per chi si trova all'estero il conto corrente è sempre lo stesso, compreso l'IBAN, mentre il codice BIC/SWIFT (per inviare bonifici dall'estero) è BPPIITRRXXX.

La CRI ha inoltre attivato il numero telefonico 06 5510 dedicato al servizio donazioni e l'indirizzo email aiuti@cri.it.

E' stato anche attivato il numero solidale 45500 per donare 2 euro alla Protezione civile tramite l'invio di un SMS. Sono stati già raccolti 9.633.284 euro.

E' in campo anche il Cai (Club Alpino Italiano) con uomini e iniziative anche future. Per sostegni è attivo un c/c "Il Cai per il sisma dell'Italia centrale" IBAN IT 06D0569601620000010373X15.

UN PIATTO DI AMATRICIANA PER AIUTARE - Una proposta lanciata dal food blogger e grafico Paolo Campana su Faceook è stata ampliata e rilanciata dal fondatore e presidente di Slow Food Carlo Petrini: pasta amatriciana per un anno nella carta dei menu di tutti i ristoranti del mondo, per una donazione duratura di 2 euro per ogni piatto che contribuisca alla ricostruzione del comune reatino distrutto dal sisma. 'Futuro per amatrice' - questo il nome del progetto, ramificata in tutto il mondo - "vuole essere un'iniziativa nel tempo, - spiega Carlo Petrini  - per il futuro e la ricostruzione di quel paese devastato". La donazione, 1 euro a carico del ristoratore e 1 dal cliente per ogni piatto di pasta all'amatriciana consumato, verrà fatta direttamente al Comune di Amatrice (coordinate bancarie IT 28 M 08327 73470 000000006000). Petrini illustrerà l'iniziativa 'Futuro per Amatrice', concordata oggi con il sindaco del comune reatino, nei prossimi giorni a Copenaghen, dove si terrà un simposio con oltre 400 chef di tutto il mondo. 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA